La Valletta Malta, Le 10 visite da non perdere della capitale di Malta

La Valletta è sia la capitale di Malta che un luogo unico. Una città fortificata, dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO e ricca di tesori storici e culturali. Attraverso le strade tortuose, è possibile fuggire in un passato ricco di storia segnato dall’Ordine di Malta. Scopriamo insieme i 10 posti da non perdere nella città di La Valletta.

Spari dei cannoni a La Valletta, capitale di Malta
24/11/2020
Condividi

#1 La Concattedrale di San Giovanni

Il paese di Malta è famoso per le sue chiese e cappelle che sono sparse in tutto il paese. C’è un detto che dice che si può andare in una chiesa diversa ogni giorno dell’anno. Tra tutti gli edifici religiosi dell’isola, la concattedrale di San Giovanni è la più emblematica e un must per ogni visitatore di La Valletta.

La concattedrale di San Giovanni fa parte della ricchezza nazionale del piccolo stato insulare. Fu costruito tra il 1573 e il 1577, sotto la grande maestria di Jean L’Evesque de La Cassière.

L’esterno della concattedrale è nudo, dandogli un aspetto austero, quindi bisogna passare attraverso le sue porte per scoprirne le ricchezze. Il balcone della cattedrale ha un’importanza simbolica, in quanto è stato l’annuncio ufficiale dell’elezione del nuovo Gran Maestro dell’Ordine.

Per apprezzare la magia del luogo, dovrete attraversare il cancello per scoprire un monumento eccezionale.

Il pavimento della cattedrale è in marmo e consiste in targhe commemorative (cenotafi) che rappresentano 405 cavalieri dell’Ordine di Malta. La cattedrale e i suoi magnifici ornamenti barocchi ospitano anche una cripta con le tombe dei maestri che hanno segnato l’Ordine di Malta. Le tombe di Philippe de Villiers de L’Isle-Adamn e Jean de Valette sono presenti nella cattedrale. Infine, un oratorio nella concattedrale conserva la famosa opera del pittore Caravaggio: Decollazione di San Giovanni Battista.

Potete trovare tutte le informazioni necessarie per pianificare la vostra visita sul sito web della concattedrale di Saint-Jean. Si consiglia di programmare la visita all’apertura al mattino o a metà pomeriggio per evitare le numerose visite guidate.

#2 Il Palazzo del Gran Maestro e l’Armeria (Grandmaster’s Palace)

Il palazzo del Gran Maestro è stato successivamente la residenza ufficiale di 21 Gran Maestri dell’epoca dei Cavalieri dell’Ordine di Malta. Oggi ospita il Palazzo del Governo di Malta e quindi gli uffici dell’attuale Presidente di Malta. Diverse camere sono accessibili ai visitatori.

Cortili interni (Prince Alfred’s Courtyard)

Le Camere di Stato

Le State Rooms sono particolarmente impressionanti con i loro murales e il loro corridoio di armature.

La Camera di Consiglio (Council Chamber)

La Camera del Consiglio (Council Chamber) dove si riuniva il Consiglio dell’Ordine.

La Sala del Trono (Throne Room ou Yellow Room)

La Sala dell’Ambasciatore o la Sala Rossa (Hall of the Ambassadors o Red Room)

L’Armeria

Tra tutti i pezzi, l’armeria è probabilmente la più eccezionale grazie alla sua collezione unica al mondo. Si trova nella vecchia scuderia del palazzo e contiene quasi 7.000 pezzi. Armature da parata, trofei di guerra, spada cerimoniale, cannoni, ecc. Una delle più grandi collezioni di armi e armature del mondo.

Il pezzo forte della collezione è l’armatura da parata del Gran Maestro Alof de Wignacourt, intarsiata d’oro. Un must per tutti gli amanti dell’epoca cavalleresca.

#3 Upper Barraka Gardens e Lower Barraka Gardens

La Valletta ha due giardini chiamati Barraka Gardens. I Giardini di Barraka Superiore (Upper Barraka Gardens) all’ingresso della città e i Giardini di Barraka Inferiore (Lower Barraka Gardens). Entrambi i giardini sono gratuiti e pubblici e offrono una delle migliori viste della città. È il luogo ideale per osservare le 3 città: Vittoriosa (Birgu), Senglea (L-Isla) e Cospicua (Bormla).

Dai giardini dell’Alto Barraka, soprannominato il Belvedere d’Italia, si può vedere Saluting Battery. La Batteria di Saluto si tiene ogni giorno a mezzogiorno e alle 16.00 sparano un colpo da uno dei cannoni. Una popolare attrazione turistica, è consigliabile arrivare presto per avere il sito migliore.

Il giardino della Bassa Barraka (Lower Barraka Garden) è più piccolo e più tranquillo. Si basa sul Bastione di San Cristoforo, che era uno dei luoghi preferiti dai cavalieri per osservare il Mar Mediterraneo e i velieri che si avvicinavano alle isole maltesi. Il campanile e la sua campana di Santa Maria suonano ogni giorno alle 12.00 e rendono omaggio a coloro che sono morti durante l’assedio di Malta nella seconda guerra mondiale.

Se avete intenzione di visitare le tre città di Malta dalla capitale, potete raggiungerle facilmente prendendo la barca attraverso il Grand Harbour.

#4 Il Museo Archeologico Nazionale di La Valletta

Il Museo Archeologico di Valletta si trova in quello che un tempo era l’Auberge de Provence o Locanda della Lingua di Provenza. L’edificio attuale è stato completamente ricostruito nel XVIII secolo e non ha più l’aspetto della locanda originale.

L’interesse del museo archeologico risiede nelle sue collezioni dedicate al Neolitico, alla civiltà fenicia e all’età del bronzo.

L’uomo è arrivato nell’arcipelago maltese dalla Sicilia quasi 7.000 anni fa. Tracce di attività umana si possono vedere nelle grotte di Ghar Dalam (nel sud dell’isola), così come nei templi megalitici di Hagar Qim Il museo conserva alcuni di questi resti archeologici. È possibile, tra l’altro, scoprire le famose statuette delle donne Mafflu dell’ipogeo di Hal Saflieni o «Fat Ladies» legate a un culto della fertilità.

Tutte le informazioni (prezzi e orari) sono disponibili sul sito web di Heritage Malta.

#5 I Giardini di Hastings (Hasting Garden)

Gli Hastings Gardens sono un luogo chiave da visitare nella capitale di Malta e scoprire l’estensione delle fortificazioni di La Valletta.

I muri, alti 16 metri e larghi 6 metri, offrono una vista impressionante sul porto di Marsamxett e sui Forti Manoël e Tigné. Gli Hastings Gardens prendono il nome dal governatore Rawdon-Hastings, che fu governatore di Malta tra il 1824 e il 1826.

#6 Chiesa del Naufragio di San Paolo (Church of St Paul’s Shipwreck)

La Chiesa del naufragio di San Paolo è stata a lungo il più importante luogo di culto di Malta. La concattedrale di San Giovanni era in passato riservata esclusivamente ai cavalieri. È anche conosciuta come la Collegiata di San Paolo naufrago. La chiesa di San Paolo è costruita in stile barocco con colonne di marmo e placcate d’oro.

La chiesa espone diversi capolavori, tra cui il Naufragio dell’Apostolo Paolo a Malta di Giuseppe Cali e la statua di legno di San Paolo. La statua di San Paolo è parte integrante della cultura e delle tradizioni maltesi. Gira solennemente per le strade di La Valletta nel giorno del patrono di San Paolo.

Si possono anche scoprire due acquisizioni donate da Papa Pio VII che oggi sono molto venerate. Si ritiene che uno sia un frammento dell’osso del polso di San Paolo e l’altro sia uno dei pilastri di marmo della tavola su cui l’apostolo fu decapitato.

#7 Teatro Manoel

Il Teatro Manoel, il teatro nazionale di Malta e sede dell’Orchestra Filarmonica Nazionale di Malta, è un piccolo teatro che merita una visita. Il teatro fu costruito nel 1731 ed è il terzo teatro più antico d’Europa. Dietro una facciata poco appariscente, c’è una traccia dell’Ordine di Malta. Una volta eliminata la minaccia ottomana, La Valletta ha gradualmente cambiato volto per diventare una città festosa e divertente. Il Teatro Manoel è uno dei primi edifici costruiti per rispondere a questa nuova esigenza di intrattenimento.

Il teatro Manoël è ancora in attività, ora è possibile venire a visitare i palchi di legno decorati con foglia d’oro. L’ideale è venire ad assistere ad uno spettacolo per immergersi nella magia del luogo. Troverete tutte le informazioni disponibili sul sito ufficiale di Teatru Manoel.

#8 Il Forte Sant’Elmo e il suo Museo Nazionale della Guerra

Il Forte di Sant’Elmo è ricco di storia, essendo stato il luogo di una delle più importanti battaglie del grande assedio del 1565 contro l’Impero Ottomano.

In origine la fortezza era a forma di stella ed era circondata da un semplice fossato, successivamente ampliato. Il forte è stata la prima barriera dell’Ordine di Malta contro l’arrivo delle navi ottomane. L’esercito ottomano ha impiegato 36 giorni e 60.000 colpi di cannone per sconfiggere un pugno di cavalieri trincerati. Una battaglia eroica che ha salvato il tempo prezioso dell’Ordine di Malta.

Le fortificazioni di La Valletta furono costruite dopo il grande assedio, rendendo il Forte Sant’Elmo uno degli edifici più antichi della città fortezza.

Il Museo Nazionale della Guerra (National War Museum), situato a Fort Saint-Elme, descrive il ruolo svolto dal forte durante la seconda guerra mondiale.

#9 La Sacra Infermeria

La Sacra Infermeria era originariamente un ospedale costruito nel 1574. L’Ordine di Malta ha una storia come ordine ospedaliero ereditata dall’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme. La Sacra Infermeria è stata eretta in risposta a una delle principali missioni dell’ordine: «servire i nostri signori malati».

A suo tempo, nel XVII secolo, era considerato uno degli stabilimenti più rinomati in Europa, soprattutto per la competenza dei suoi professionisti. Era sotto la responsabilità della lingua francese fino alla cacciata dell’ordine da parte di Napoleone.

Da allora è stato riabilitato per diventare il «Mediterranean Conference Centre» (MCC) che ospita una mostra, sale conferenze e un museo dedicato agli Ospedalieri. Il museo è un passo interessante per immergersi nella storia dell’Ordine e nelle conoscenze mediche dell’epoca.

#10 Republic Street della capitale di Malta

Republic Street è l’arteria principale della capitale di Malta che collega la Porta di La Valletta a Fort St. Il vostro tour di La Valletta vi porterà automaticamente lì. Inoltre, Republic Street è molto popolare per lo shopping e anche un museo all’aperto.

Tenete gli occhi aperti, perché ogni passo porta a un nuovo monumento. La Chiesa di Santa Barbara (soprannominata la Chiesa del Turista), la Chiesa di San Francesco d’Assisi, il Monumento della Piazza Grande, la Casa Rocca Piccola, ecc. sono solo alcuni dei tanti monumenti di Via della Repubblica. Tutti questi monumenti si trovano su questa arteria e rappresentano un pezzo di storia di Malta. Quindi prendetevi il tempo di guardare le statue e gli edifici per scoprire la loro origine e la storia ad essi associata.

La Valletta Malta, Domande frequenti sulla capitale

Cosa vedere a La Valletta in un giorno?

La Valletta è ricca di luoghi da visitare ed è molto difficile visitare tutto in un giorno. Se il tempo a disposizione è limitato, cogliete l’occasione per visitare la Co-Cattedrale di San Giovanni e il Palazzo del Gran Maestro e godetevi una passeggiata per le strade della capitale di Malta.

C’è un aeroporto a La Valletta, Malta?

La Valletta è la capitale dell’arcipelago maltese, ma è una piccola città e una città medievale fortificata. Non c’è quindi nessun aeroporto a La Valletta, l’Aeroporto Internazionale di Malta si trova nella città di Luqa.

Riesci a vedere il tramonto a La Valletta?

La Valletta si affaccia a est dell’isola principale, quindi non è il posto migliore per guardare il tramonto. D’altra parte, la capitale e la sua costa offrono una chiara visione dell’alba.

Come raggiungere La Valletta, la capitale di Malta?

È molto facile raggiungere La Valletta da qualsiasi punto dell’isola. Le linee di autobus 13, 13A, 14, 14, 16, 45 e 48 collegano la capitale di Malta con le popolari città di Saint Julian’s e Buggiba. È anche possibile attraversare il porto di La Valletta con un traghetto dalla città di Sliema. Infine, tutte le applicazioni di trasporto privato online offrono viaggi a La Valletta.

Quante persone vivono a La Valletta?

Contrariamente a quanto si crede, la capitale di Malta non è la città più popolosa dell’arcipelago maltese. La Valletta ha solo 5.541 abitanti. Una popolazione che tende a diminuire ogni anno.

Dove dormire a La Valletta?

A La Valletta si possono trovare molti hotel, da piccoli e accessibili a palazzi o resort a 5 stelle. Per trovare un hotel a La Valletta, date un’occhiata al nostro articolo sui migliori hotel di Malta.

Da quando La Valletta è la capitale di Malta?

La Valletta è ufficialmente la capitale di Malta dal 18 marzo 1571. In precedenza la capitale dell’arcipelago era Mdina, l’ex capitale è ora soprannominata la città del silenzio.

Sai nuotare a La Valletta?

La città è un porto con un importante traffico marittimo. Citadelle non ha spiagge sabbiose o acque turchesi. Nuotare è pericoloso con il traffico di barche. Pertanto, si consiglia di non fare il bagno a La Valletta, è meglio scegliere una delle spiagge di Malta o la famosa Laguna Blu di Comino.