10 consigli prima di viaggiare a Malta

L’arcipelago maltese è una destinazione alla moda che attira sempre più persone curiose. Il sole, il mare e un ricco patrimonio culturale attirano ogni anno quasi 2,5 milioni di viaggiatori. Se anche voi state pianificando un viaggio a Malta, vi preghiamo di seguire le nostre raccomandazioni per un soggiorno di successo.

Viaggiare a Malta, viaggio in canoa
03/09/2021
Condividi

#1 Richiedere la tessera europea di assicurazione sanitaria prima di viaggiare a Malta

L’arcipelago di Malta fa parte dell’Unione Europea. Potete quindi beneficiare del sistema di sicurezza sociale europeo quando vi recate a Malta. Ricordati di ordinare la Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) almeno 15 giorni prima della partenza.

La Tessera Europea di Assicurazione Malattia è gratuita e consente di avere una copertura al 100% in caso di ricovero ospedaliero, senza dover pagare in anticipo alcuna spesa. La carta è disponibile anche per i giovani e i bambini che sono ancora legati al conto dei loro genitori. Una precauzione troppo spesso dimenticata dai viaggiatori.

#2 Utilizzo di una piattaforma online per prenotare un alloggio

Sia che vogliate prenotare una camera d’albergo, un appartamento o una casa, dovreste sempre dare la preferenza alle piattaforme online ( Booking, Hotels, Airbnb, Agoda, Lastminute, etc.) piuttosto che alle prenotazioni dirette.

Prenota un hotel a Malta

Sorprendentemente, gli albergatori maltesi offrono sempre prezzi più alti di quelli mostrati sui siti di prenotazione online.

Una delle ragioni è che molte camere d’albergo sono acquistate in anticipo da tour operator e gruppi d’acquisto a prezzi all’ingrosso e poi rivendute.

Passare attraverso le piattaforme online offre anche una sicurezza e una garanzia in più. L’onere di una discussione infinita ricadrà sulla vostra piattaforma di prenotazione in caso di problemi.

Affittare un appartamento a Malta

A Malta, bisogna fare particolare attenzione quando si prenota un appartamento se non si sceglie un alloggio Airbnb. In generale, non è consigliabile prenotare un appartamento direttamente con un proprietario senza aver prima visitato l’appartamento.

I padroni di casa a Malta non hanno una buona reputazione, in quanto alcuni hanno la sfortunata tendenza a non restituire sempre i depositi. Nella fretta di partire e con la necessità di prendere un volo per tornare a casa, i turisti impreparati a un incidente si trovano regolarmente a dover rinunciare al loro deposito.

Alloggio in un viaggio di lingua

Se stai pensando di unirti agli 80.000 studenti che ogni anno vengono a imparare l’inglese in una delle scuole di lingua di Malta, contatta direttamente il nostro team.

Il nostro team locale ti aiuterà a trovare una scuola, un alloggio e a pianificare il tuo soggiorno linguistico a Malta. Vi sosterremo anche in caso di problemi sul posto.

#3 Lasciare equipaggiato prima di partire per Malta

Accessori da portare

Non ci sono molti accessori da portare prima di partire per Malta. Tuttavia, è necessario proteggersi dal sole e quindi equipaggiarsi di conseguenza. Malta è anche un paese con una presa elettrica in stile britannico. Vi consigliamo di portare i seguenti accessori, in modo da non essere sorpresi all’arrivo:

  • Un adattatore a 3 spine per caricare i suoi apparecchi elettrici all’arrivo
  • Un paio di occhiali da sole
  • Protezione solare 50+ (qualunque sia la stagione)
  • Un copricapo (berretto, cappello, ecc.)

Se ti dimentichi, non preoccuparti, tutti questi accessori sono in vendita nella maggior parte dei supermercati dell’arcipelago.

Cosa indossare

Andare a Malta significa andare in un paese caldo e soleggiato. Se vai tra maggio e settembre, non esagerare, farà caldo e sarai sempre in pantaloncini (o vestito), anche la sera.

Da ottobre ad aprile, le temperature scendono, ma non scendono quasi mai sotto i 10°. Non c’è bisogno di equipaggiarsi troppo, perché non dovrete affrontare la neve o le temperature negative.

D’altra parte, il paese dell’isola è piuttosto ventoso durante l’inverno e soggetto a tempeste marine. Se il vostro soggiorno è previsto durante i mesi invernali, dovreste quindi portare una giacca a vento o una giacca con cappuccio, ed eventualmente un cappello se avete orecchie sensibili.

Per i più sportivi, c’è ora un decathlon a Malta, quindi è possibile attrezzarsi sul posto se necessario.

#4 Scegli l’autobus, eCabs, Bolt o Cool per girare l’isola

Per i vostri spostamenti durante le vostre vacanze a Malta, vi consigliamo di optare per il servizio Bus (trasporto pubblico maltese), il modo più economico per spostarsi nell’arcipelago. Se vi fermate per diverse settimane, potrebbe anche valere la pena di optare per una Carte Tallinja.

Consigliamo anche eCabs, il servizio VTC (l’equivalente di UBER) o Bolt e il servizio di trasporto condiviso Cool.

eCabs, Bolt e Cool richiedono di scaricare un’applicazione sul tuo telefono. Due soluzioni che ti permettono di ottenere un passaggio in meno di 5 minuti in qualsiasi punto dell’isola e a tariffe più economiche dei taxi tradizionali.

Card di Bus Tallinja Malta
Auto di trasporto Bolt Malta
Trasporto condiviso Cool

Anche se non è consigliato, se dovete comunque utilizzare i servizi dei taxi bianchi, ricordatevi sempre di fissare la tariffa in anticipo.

#5 Evitare di spendere soldi inutilmente

Carte e spese bancarie a Malta

Prima di partire, vi consigliamo di optare per una carta bancaria con pagamenti e prelievi gratuiti all’estero. Ci sono carte gratuite della banca N26, ideali per i viaggi.

Una volta a Malta, prelevare sempre denaro presso gli sportelli bancomat HSBC o BOV (Bank of Valletta) per evitare le spese di prelievo. Vedrete molti piccoli bancomat in tutta l’isola o nelle hall degli hotel. Fate attenzione se li utilizzate, in quanto vi costerà tra il 3 e il 5% della tassa di transazione.

Prezzi esposti e prezzi pagati

Sia nei piccoli che nei grandi negozi (Valyou, Lidl, Scotts, Greens, ecc.), ricordatevi di controllare le vostre ricevute di vendita. I prezzi esposti sugli scaffali non sono sempre i prezzi pagati alla cassa.

Alcuni prezzi esposti non sono sempre aggiornati, le promozioni non sono sempre efficaci, le etichette a volte si confondono, ecc. Per evitare spiacevoli sorprese, date sempre un’occhiata al vostro biglietto direttamente dopo averlo pagato.

Cambio per piccoli acquisti

Quando si viaggia nell’arcipelago maltese si cerca sempre di avere tra i 5 e i 10 euro in monete. A volte il cambio restituito quando si effettua un acquisto è approssimativo o semplicemente non si ottiene il resto se non si dispone del conto tondo.

Quando comprate un biglietto dell’autobus, un Pastizzi o una bottiglia d’acqua dietro l’angolo, cercate sempre di avere il pagamento esatto. Dovete anche sapere che alcuni commercianti o autisti di autobus non sempre accettano i biglietti.

#6 Proteggersi dal sole a Malta

Il meteo a Malta è uno dei beni dell’arcipelago, ma attenzione al sole maltese. L’indice UV è elevato, soprattutto nei mesi di giugno, luglio, agosto e settembre. Può facilmente raggiungere un punteggio di 9 o 10.

Equipaggiatevi di conseguenza: occhiali da sole, indice di protezione solare 50, cappelli, ecc. Proteggetevi il più possibile, la salute della vostra pelle vi ringrazierà. Prestare particolare attenzione alla protezione dei bambini e degli adolescenti. Sono più sensibili agli effetti del sole (scottature) e meno consapevoli del pericolo che presenta.

Potete consultare l’indice UV in tempo reale prima delle vostre uscite.

#7 Non bere l’acqua del rubinetto

L’acqua del rubinetto a Malta è «mezza potabile». Non contiene batteri, ma è in parte prodotto da un processo di desalinizzazione. L’acqua di mare viene dissalata e poi purificata, con il risultato che l’acqua ha un cattivo sapore ed è indigesta perché altamente clorata. È possibile utilizzarla senza la minima precauzione per la toilette (doccia e spazzolino da denti), si consiglia comunque di bere solo acqua in bottiglia sull’isola.

La Still Water e la Natural Water

In Italia, l’acqua in bottiglia che si trova nei negozi è quasi sempre acqua minerale. A Malta, la maggior parte dell’acqua che si trova nei negozi è «Still Water» o «Table Water», cioè acqua non gassata, ma non minerale, seguendo l’esempio di marchi come San Michel, Kristal o Fontana. L’acqua contiene pochissimi minerali e in particolare quasi nessun calcio.

L’acqua minerale come la conosciamo in Italia è disponibile come «Acqua Naturale», è molto più costosa. Le principali marche di acqua minerale disponibili nei negozi sono Rocchetta, San Benedetto, Acqua Panna e Sant Anna.

#8 Siate vigili nelle zone di vita notturna di Paceville e Buġibba

Malta è un paese con un alto livello di sicurezza, con un punteggio di 81,7 (fonte: Insurly). Lo stato insulare è al 17° posto nel mondo per quanto riguarda l’aspetto della sicurezza, molto più avanti di altri grandi paesi europei come la Francia (32°), il Belgio (26°) e il Regno Unito (29°).Tuttavia, bisogna essere vigili nei quartieri vivaci dell’isola per evitare incidenti.

Paceville è l’afoso quartiere della vita notturna di Malta. È spesso un must per i giovani dai 17 (età legale per bere a Malta) ai 35 anni. Quindi fate attenzione, perché ci sono molte storie a Paceville! Buġibba è anche nota per aver registrato diversi eventi vari negli ultimi anni.

La promiscuità, l’alcol e la musica assordante ne fanno un parco giochi per borseggiatori e opportunisti di ogni tipo.

Controlla sempre l’importo sul terminale di pagamento se devi pagare con la carta. La cosa migliore da fare è evitare di prendere la carta di credito. Tieni anche d’occhio il tuo telefono ed evita di metterlo su un tavolo o un bancone.

#9 Prestare attenzione alle istruzioni associate alle bandiere da bagno

L’isola di Malta, che confina con il Mar Mediterraneo, è una destinazione eccezionale per godersi il mare, il nuoto e le attività acquatiche. Per evitare spiacevoli sorprese durante il soggiorno, si prega di seguire le istruzioni indicate dalle bandiere. Per evitare di correre rischi, seguire la regola d’oro del nuoto quando si alzano la bandiera verde e le bandiere rossa e gialla.

Il significato delle bandiere da bagno a Malta

La Bandiera Rossa e Gialla

La bandiera rossa e gialla, indica un’area di nuoto sorvegliata. I bagnini sono presenti per monitorare la spiaggia. Le spiagge e le zone di balneazione sono quindi preferibili per le famiglie.

La Bandiera Verde

La bandiera verde informa che la zona di balneazione è particolarmente sicura. L’acqua è calma e sicura.

La Bandiera Gialla

La bandiera gialla informa che il rischio di nuoto è moderato. Si può ancora fare il bagno, ma bisogna stare attenti alle onde e alla corrente.

La Bandiera Rossa

La bandiera rossa indica un alto rischio associato al nuoto o alle attività in acqua. Sono presenti onde o forti correnti. Cercate di trovare una spiaggia più riparata.

La Bandiera Viola

La bandiera viola segnala la presenza di animali marini pericolosi. Il caso più frequente è la presenza di meduse (jellyfish). Sono spesso molto pungenti e possono rovinare il vostro soggiorno a Malta.

Non fare il bagno quando la bandiera viola è alzata. Le punture di alcune meduse (Mauve stinger, Portuguese Man-O-War, Moon jellyfish ecc.) sono molto dolorose e possono lasciare segni di bruciature per diversi mesi.

La Doppia Bandiera Rossa

Il bagno è severamente vietato e la spiaggia è chiusa al pubblico. In generale, si vedrà la doppia bandiera rossa in caso di inquinamento dell’acqua. Ad esempio, questo può accadere dopo forti piogge, poiché l’acqua scorre attraverso le città dell’isola prima di raggiungere le baie vicine.

Pannello informativo sulle meduse a Malta

#10 Rispettare gli usi e costumi dell’isola

Quando si viaggia all’estero, si dovrebbe cercare di rispettare le usanze locali e mantenere un comportamento dignitoso.

Viaggiare a Malta è spesso sinonimo di una vacanza tanto attesa e meritata. Vacanze che a volte si trasformano in una forma di «sciatteria» per alcuni viaggiatori, facendo regole di decoro. Essere all’estero può dare l’illusione dell’impunità, ma la realtà a Malta è ben diversa e le autorità maltesi sono intransigenti.

Per un viaggio di successo a Malta è sufficiente adottare un comportamento decente. Siate cortesi, siate pazienti, non gettate a terra i vostri rifiuti, evitate le sfumature del suono, ecc. Un comportamento che è semplicemente buon senso o buone maniere. Ricordate anche che il piccolo Paese insulare è molto cattolico, quindi evitate comportamenti che possano offendere la morale cristiana, a rischio di attirare l’ira dei vicini.

Domande frequenti prima di viaggiare a Malta

Si può bere l’acqua del rubinetto a Malta?

L’acqua del rubinetto è potabile, non contiene batteri, ma ha un cattivo sapore ed è altamente clorurata, il che la rende indigesta. Si consiglia quindi di bere solo acqua in bottiglia quando si viaggia a Malta.

È pericoloso viaggiare a Malta?

Malta è un paese molto sicuro. I principali tassi di criminalità sono più bassi a Malta che nella maggior parte dei paesi europei. In particolare, Malta ha un tasso di sicurezza più elevato rispetto a Francia, Spagna, Regno Unito, Russia, Italia o Australia. Non ci sono aree in cui i viaggiatori a Malta non possano viaggiare. Tuttavia, dovreste essere alla ricerca del quartiere della vita notturna di Paceville, dove l’alcool e le feste a volte attirano borseggiatori e opportunisti.

Ci sono meduse a Malta?

L’arcipelago di Malta registra di tanto in tanto l’arrivo delle meduse. Alcune di esse, come la Malva Stinger, la Box jellyfish o la Portuguese Man O’ War possono essere molto dolorose e causare gravi ustioni. Le meduse pericolose sono indicate dalla presenza di una bandiera viola. È quindi importante seguire le istruzioni per il bagno presso le stazioni di pronto soccorso, in modo da non vedere il vostro viaggio a Malta rovinato.

Il topless è permesso a Malta?

Il topless o il non indossare il top di un costume da bagno è proibito a Malta e molto mal visto dagli abitanti dell’isola.

Qual è l’età legale per bere a Malta?

L’età legale per bere a Malta è di 17 anni. Poiché i controlli d’identità non sono sistematici, è ancora frequente che gli adolescenti abbiano accesso all’alcool al di sotto dell’età legale.