Italiano

Coronavirus a Malta (Covid-19), situazione epidemiologica e misure sanitarie sull’isola

L’epidemia del Coronavirus (COVID 19) non ha risparmiato il piccolo stato insulare di Malta. Un aggiornamento completo sullo stato di salute di Malta, le restrizioni e le misure precauzionali.

Ultimo aggiornamento su : 16 dicembre 2021

Coronavirus a Malta
Condividi

Coronavirus Malta, situazione in 16 dicembre 2021

Situazione sanitaria legata al coronavirus a Malta

Malta, come i suoi vicini europei, è colpita dalle diverse ondate epidemiologiche del Coronavirus (COVID 19). Attualmente, l’incidenza globale del Coronavirus rimane limitata. La variante Delta (o variante indiana) è la variante dominante sull’arcipelago.

Due elementi spiegano l’attuale buon controllo dell’epidemia: 88,2 % degli abitanti di Malta sono completamente vaccinati e tutti i viaggiatori a Malta sono obbligati a presentare un passaporto di vaccinazione completo o sono automaticamente messi in quarantena (14 giorni).

Caso di coronavirus a Malta

Il numero di nuovi casi rilevati di Coronavirus a Malta sta diminuendo e rimane lontano dal record giornaliero di 955 casi rilevati al 24 dicembre 2021.

Il giorno di 16 dicembre 2021, il Il Ministero della Salute maltese annuncia di aver identificato 572 nuovi casi di persone infettate dal Coronavirus, portando il numero di casi attivi a Malta a 5 766 .

La situazione epidemiologica a Malta relativa al Coronavirus riporta ora un totale di 45 678 casi confermati. 5 766 persone sono attualmente malate di COVID-19, 39 437 persone sono state curate e 475 sono morte per l’infezione polmonare. Il tasso di mortalità del Coronavirus a Malta è 1,2 % .

Mentre il numero di casi segnalati può sembrare piccolo, deve essere messo in relazione alle dimensioni e alla popolazione dell’isola. l’Isola di Malta, ha una popolazione di soli 500 mila abitanti.

572 nuovi casi di Coronavirus a Malta, 94 nuovi recuperi, 5 766 casi attivi: dati dal 26 dicembre 2021

Misure sanitarie legate al coronavirus a Malta

In risposta all’epidemia di coronavirus a Malta, le autorità sanitarie maltesi stanno applicando le seguenti misure sanitarie restrittive sul suo territorio:

Le maschere sono obbligatorie nei luoghi pubblici, eccetto per le persone vaccinate

L’uso delle maschere, misura emblematica, è ancora in vigore a Malta, la maschera è obbligatoria per tutti a partire dall’età di 3 anni, in tutta l’isola, in tutto il settore pubblico.

Le persone vaccinate sono esentate dall’indossare maschere all’aperto. Possono quindi togliersi la mascherina negli spazi pubblici aperti, purché siano soli o accompagnati da non più di una persona anch’essa vaccinata. I bambini sotto i 12 anni possono essere senza maschera se accompagnati da un adulto vaccinato. Le maschere sono obbligatorie per qualsiasi gruppo di 3 persone,

Ci sono due eccezioni al requisito della maschera per le persone non vaccinate. Le maschere non devono essere indossate sulle spiagge, con una distanza di sicurezza di 2 metri. Non è obbligatorio indossare una maschera quando si pratica un’attività sportiva all’aperto.

La maschera rimane obbligatoria per tutti negli spazi chiusi: aziende, luoghi pubblici, trasporti, negozi, ecc. Le uniche eccezioni a questa regola sono le persone che sono sole o con i membri della famiglia in una macchina, le persone che sono sole al lavoro, le persone che fanno attività sportive all’aperto e quando mangiano.

In caso di infrazione, la multa a Malta per non aver indossato una maschera è di 100 euro, la multa è ridotta a 50 euro se pagata immediatamente sul posto.

Divieto di raduni di più di 6 persone

Una misura emblematica e applicata in molti paesi europei, i raduni di più di 6 persone sono vietati a Malta per arginare la diffusione del Coronavirus. I raduni (feste, matrimoni, ecc.) sono stati uno dei principali vettori di contagio nell’arcipelago maltese.

I ristoranti, i bar e i club possono e devono chiudere alle 2 di notte.

Dal 28 giugno, ristoranti, bar e club sono stati autorizzati ad aprire e obbligati a chiudere alle 2 del mattino.

Attività e comportamenti permessi a Malta

Il ministro della salute di Malta Chris Fearne e l’ufficiale della sanità pubblica Charmaine Gauci hanno annunciato all’inizio di giugno il rilassamento delle misure sanitarie. A seguito di un aumento dei casi positivi a luglio, il governo ha scelto di inasprire le condizioni di ingresso a Malta, pur mantenendo il programma di rilassamento.

Elenco delle attività e dei comportamenti attualmente permessi a Malta

  • Le maschere non devono più essere indossate negli spazi pubblici all’aperto dalle persone vaccinate
  • Le maschere non sono più richieste in spiaggia per tutti (vaccinati e non vaccinati)
  • Non è obbligatorio indossare una maschera quando si pratica un’attività sportiva all’aperto
  • Sale sportive, sale fitness e piscine sono aperte
  • Ristoranti, bar e club possono aprire fino alle 2 del mattino
  • I cinema e i teatri sono autorizzati a ricevere il pubblico
  • Sono ammessi matrimoni e cerimonie religiose
  • I mercati aperti sono permessi

Obblighi e restrizioni per i viaggiatori che arrivano a Malta

I viaggiatori a Malta devono essere vaccinati

Per prevenire l’infezione dall’estero, i nuovi arrivati a Malta devono ora essere vaccinati. Il decreto LN 301 Travel Ban 2021, entrato in vigore il 14 luglio 2021, stabilisce che solo le persone vaccinate possono viaggiare a Malta dai paesi elencati di seguito. Il certificato di vaccinazione è obbligatorio all’arrivo per chiunque abbia 12 anni o più, l’ultima dose di vaccinazione deve anche essere stata iniettata almeno 14 giorni prima dell’arrivo.

A partire dal 1° ottobre 2021, Malta accetta ora il regime vaccinale che consiste in una cura di Covid + dose di richiamo del vaccino (Pfizer).

I controlli sono effettuati dalle autorità sanitarie maltesi al terminal di arrivo dell’aeroporto di Malta. La mancata presentazione del passaporto di vaccinazione comporterà la quarantena automatica per 14 giorni a spese del viaggiatore.

I nuovi arrivati sull’isola devono anche compilare due moduli informativi all’arrivo. Entrambi i documenti sono disponibili nella sezione Forme di dichiarazione.

Restrizioni secondo il paese di origine del viaggiatore

In risposta alla pandemia globale di Coronavirus, Malta non permette a tutti i viaggiatori vaccinati di viaggiare sul suo territorio. Le restrizioni si applicano a seconda del paese di origine del viaggiatore. Solo i viaggiatori provenienti dai seguenti paesi sono autorizzati a viaggiare a Malta (con un passaporto vaccinato)

La lista dei paesi appartenenti ad ogni categoria è regolarmente aggiornata secondo l’evoluzione dell’epidemia internazionale di Coronavirus. La lista ufficiale è pubblicata sul sito del Ministero della Salute di Malta.

Le persone vaccinate dei seguenti paesi possono viaggiare a Malta

  • Albania
  • Andorra
  • Armenia
  • Australia
  • Austria
  • Azerbaijan
  • Belgio
  • Belize
  • Bhutan
  • Bosnia ed Erzegovina
  • Bulgaria
  • Canada
  • Cina (compresi Taiwan, Macao e Hong Kong)
  • Croazia
  • Cuba
  • Cipro
  • Cechia
  • Danimarca
  • Egitto
  • Estonia
  • Isole Faroe
  • Fiji
  • Finlandia
  • Francia
  • Georgia
  • Germania
  • Gibilterra
  • Grecia
  • Ungheria
  • Islanda
  • Irlanda
  • Iran
  • Israele
  • Italia
  • Giamaica
  • Giappone
  • Jordan
  • Kazakistan
  • Kosovo
  • Lettonia
  • Libano
  • Libia
  • Liechtenstein
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Moldova
  • Monaco
  • Montenegro
  • Paesi Bassi
  • Nuova Zelanda
  • Macedonia del Nord
  • Norvegia
  • Panama
  • Polonia
  • Portogallo
  • Qatar
  • Romania
  • San Marino
  • Arabia Saudita
  • Serbia
  • Singapore
  • Slovacchia
  • Slovenia
  • Corea del Sud
  • Spagna
  • Svezia
  • Svizzera
  • Turchia
  • Ucraina
  • Emirati Arabi Uniti
  • Regno Unito
  • Città del Vaticano
  • Vietnam
  • Stati Uniti d’America

COVID Restrizioni da paesi non autorizzati

A causa delle nuove varianti del COVID-19, i viaggiatori che provengono o hanno viaggiato attraverso un paese non elencato sopra (ad esempio Russia, Colombia, Tunisia, Marocco, ecc.) durante i 14 giorni precedenti l’arrivo a Malta non sono autorizzati a viaggiare a Malta.

Dichiarazione di coronavirus all’aeroporto di Malta

I viaggiatori che arrivano all’Aeroporto Internazionale di Malta, oltre al passaporto di vaccinazione, devono poter fornire due documenti dichiarativi. Questi documenti sono richiesti dal Ministero della Salute di Malta per facilitare il controllo dei viaggiatori nell’arcipelago. Possono essere scaricati dal sito web dell’aeroporto nella sezione Formulari di dichiarazione.

Il Formulario di dichiarazione di viaggio sulla salute pubblica è una dichiarazione giurata di presenza nel corridoio di sicurezza durante i 14 giorni precedenti l’arrivo a Malta.

Il Formulario di localizzazione dei passeggeri è un modulo di localizzazione dei passeggeri per la salute pubblica. Questo modulo è richiesto dalle autorità maltesi e deve essere compilato completamente e accuratamente. Le informazioni sono utilizzate per scopi di salute pubblica in caso di sospetto di una malattia trasmissibile, come il Coronavirus (COVID 19) a bordo di un aereo diretto a Malta.

Test per il coronavirus Caso positivo o da contatto

Il governo maltese impone una quarantena (14 giorni) in caso di test antigenico o PCR positivo per il Coronavirus. Questo requisito sanitario si applica anche alle persone identificate come casi di contatto di una persona con COVID-19.

Una lettera di quarantena viene inviata dalla sovrintendenza sanitaria pubblica, indicando la data di inizio e di fine della quarantena. Il periodo di quarantena termina se e solo se il test del coronavirus di fine isolamento risulta negativo. In caso contrario, il periodo di isolamento viene esteso.

Le regole di contenimento si applicano sia agli adulti che ai bambini. In particolare, Malta ha preso la controversa decisione di mettere in quarantena molti studenti minorenni, inizialmente in viaggio di studio. La multa per il mancato rispetto del periodo di isolamento di 14 giorni è di 3.000 euro.

Per i viaggiatori che soggiornano a Malta, il confinamento avviene in hotel. Tutte le spese di alloggio e di ristorazione sono a carico della persona confinata. Per i residenti maltesi, il confinamento può avvenire a casa, nel caso di un appartamento condiviso, anche i coinquilini saranno confinati.

Cosa fare se avete i sintomi del Coronavirus a Malta

Quando si visita Malta, è importante adottare i giusti riflessi in caso di sospetto di infezione da Coronavirus. I sintomi più comuni osservati sono disagio respiratorio, mal di testa, improvvisa insorgenza di tosse, febbre, insolita mancanza di respiro o perdita di gusto (agueusia) o odore (anosmia).

In caso di comparsa di uno di questi sintomi, si raccomanda di non visitare un medico a Malta o uno degli ospedali dell’isola. Al fine di limitare il rischio di un’epidemia e la contaminazione incrociata di pazienti che soffrono di un’altra malattia, si raccomanda di non andare al dipartimento di emergenza dell’ospedale principale, l’Ospedale Mater Dei.

In caso di sintomi o sospetti, il primo riflesso è quello di isolarsi, poi contattare la linea diretta dedicata COVID-19 a Malta: +356 21 32 40 86.

Dove posso fare un test COVID-19 a Malta?

Se pensi di essere stato esposto al coronavirus (caso di contatto), puoi essere testato per il Covid-19. A Malta. Per fare questo è necessario chiamare il 111 o +356 21324086 se si ha un numero straniero e prendere un appuntamento per uno dei 7 centri di screening. I centri si trovano a Pembroke, Luqa, Mater Dei Hospital (solo per i professionisti della salute), Qormi, Burmarrad, Boffa Hospital e uno a Xewkija, Gozo.

Puoi anche presentare la domanda online per il test Covid-19 compilando un modulo. La helpline della sanità pubblica ti chiamerà al numero di telefono che hai fornito e prenderà un appuntamento per il test del campione.

Riceverai i risultati via e-mail o SMS entro 48 ore. Se dopo 48 ore non hai ricevuto il risultato, puoi inviare un’e-mail a covid19.results@gov.mt o chiamare il 111.

Se avete bisogno di un test di emergenza per il Coronavirus, potete andare in ospedali privati come Saint James Hospital Malta o St. Thomas Hospital Malta o in farmacie locali come Potter’s Pharmacy a St. Sarà possibile eseguire un Rapid Antigen Test.

I test COVID a Malta sono ora gratuiti solo per i residenti, gli stranieri devono ora pagare per eseguire un test. Il prezzo varia da 35 a 45 euro per un “Rapid Antigen Test” antigenico e da 130 a 140 euro per un “SWAB PCR test” PCR.

Domande frequenti sul coronavirus a Malta (FAQ)

Quanti casi attivi di Coronavirus ci sono a Malta?

Attualmente, il Ministero della Salute di Malta riporta 5 766 casi attivi con infezione da Coronavirus (COVID 19).

Quanti casi di Coronavirus ci sono stati a Malta?

Il Ministero della Salute di Malta riporta 16 dicembre 2021 casi confermati di coronavirus nel paese a partire dal 45 678 . I casi 5 766 sono attualmente attivi. 39 437 casi sono ora considerati guariti e 475 persone sono morte di coronavirus a Malta.

È possibile viaggiare a Malta nonostante la situazione epidemiologica legata al Coronavirus?

È possibile viaggiare a Malta. Tuttavia, dal 14 luglio 2021, le autorità maltesi permettono ai viaggiatori di arrivare a Malta solo con una prova di vaccinazione completa contro il Coronavirus. In caso di mancata vaccinazione, i viaggiatori sono automaticamente messi in isolamento per quattro settimane.

Posso essere testato per il coronavirus a Malta?

Se pensate di aver contratto il Coronavirus, potete fare il test per il virus Covid-19 a Malta. Ci sono due tipi di test disponibili. Il test PCR e il test della saliva (test rapido) che costa 35 euro e richiede solo 30 minuti. Non hai bisogno di un appuntamento o di un’assicurazione sanitaria per fare il test. Il test viene effettuato presso gli ospedali privati Saint James Hospital Malta o St. Thomas Hospital Malta. Ci sono anche 7 centri di test dove si può fare il test COVID-19 gratuitamente tramite tampone nasale (nasofaringeo). Tuttavia, in questi centri è necessario prendere un appuntamento chiamando il 111 o il +356 21 32 40 86 se hai un numero straniero.

Quanti nuovi casi di Coronavirus a Malta il 16 dicembre 2021?

Il Ministero della Salute di Malta, a partire dal 16 dicembre 2021, ha annunciato che 572 nuove persone sono risultate positive al Coronavirus. Questi dati corrispondono alle prove effettuate su D-1. Questo porta il numero totale di pazienti attuali di Coronavirus a Malta a 5 766 .