Coronavirus a Malta (Covid-19), situazione epidemiologica e misure sanitarie sull’isola

L’epidemia di Coronavirus (COVID 19), descritta come una pandemia globale dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), non ha risparmiato il piccolo stato insulare di Malta. Un aggiornamento completo sullo stato di salute e sulle misure precauzionali da adottare durante un soggiorno a Malta.

Ultimo aggiornamento su : 31 marzo 2021

Coronavirus Malta
31/03/2021
Condividi

Coronavirus a Malta, situazione in 31 marzo 2021

Aumento dei casi di Coronavirus a Malta

Malta, come i suoi vicini europei, non è sfuggita all’aumento dei casi di Coronavirus sul suo territorio. Un’impennata di casi confermati che possono essere assimilati ad una seconda ondata.

Il numero di nuovi casi di Coronavirus a Malta oscilla attualmente tra i 60 e i 100 al giorno, con un record di 510 casi al 9 marzo 2021.

Un certo numero di casi segnalati che possono sembrare piccoli, ma che devono essere messi in relazione alle dimensioni e alla popolazione dell’isola. Malta, con una popolazione di poco più di 500.000 abitanti, ha quindi un alto tasso d’incidenza settimanale.

Il 31 marzo 2021 il Ministero della Salute maltese ha annunciato di aver identificato 40 nuovi casi di persone infettate dal Coronavirus, portando a 829 il numero di casi attivi a Malta.

La situazione epidemiologica a Malta relativa al Coronavirus mostra ora un totale di 29 033 casi confermati. 829 casi sono attualmente attivi, 27 805 persone sono state curate e 392 sono morte a causa di un’infezione polmonare. Il tasso di mortalità del Coronavirus a Malta è dell’ 1.5 % .

Numero di nuovi casi di Coronavirus a Malta: 30 marzo 2021

Nuove misure a Malta

Negli ultimi giorni, il governo maltese ha affrontato nuove sfide a causa della nuova variante del virus. Più del 60% dei nuovi casi erano dovuti alla nuova variante, più contagiosa, proveniente dal Regno Unito.

Nonostante il fatto che quasi 200 000 prime dosi del vaccino siano già state somministrate, coprendo quasi il 25% della popolazione di Malta. I casi di infezione continuano ad aumentare e la situazione è abbastanza preoccupante.

Nuove misure aggiuntive a Malta fino al 10 aprile.

Il governo ha ordinato nuove misure aggiuntive, per almeno un mese, a causa dell’aumento dei casi di COVID-19. Le nuove misure entrano in vigore da giovedì 11 marzo al 10 aprile.

  • Tutti i ristoranti e i servizi accessori degli hotel saranno chiusi e sarà fornito solo il servizio in camera.
  • Chiusura di negozi e servizi non essenziali come parrucchieri, barbieri, saloni di bellezza, negozi di vestiti, ecc.
  • Le traversate verso Gozo saranno limitate ai viaggi essenziali e alle persone con proprietà sull’isola.
  • Tutte le attività sportive organizzate sono proibite.
  • Piscine, cinema, musei, teatri, banchetti nuziali e attività religiose sono proibiti, eccetto i funerali.
  • Le scuole sono chiuse e l’istruzione sarà condotta online.
  • I raduni di più di 2 persone sono vietati a Malta.

Misure sanitarie relative al Coronavirus a Malta

A causa dell’aumento dei casi di Coronavirus a Malta, il 4 marzo 2021 il primo ministro di Malta, Robert Abela, ha annunciato nuove misure più severe per limitare la diffusione del virus. Per affrontare l’epidemia, le autorità sanitarie maltesi hanno messo in atto le seguenti misure sanitarie restrittive:

Maschera obbligatoria nello spazio pubblico

La misura più restrittiva adottata da Malta, la maschera è obbligatoria per tutti a partire dai 3 anni di età, in tutta l’isola, nel pubblico dominio e all’aperto. In caso di accertamento di un’infrazione, l’ammenda a Malta è di 200 EUR.

Aziende, luoghi pubblici, trasporti, negozi, ecc. Le uniche eccezioni alla regola sono le persone che sono sole o con membri della stessa famiglia in auto, le persone che sono sole al lavoro e le persone che praticano sport all’aperto.

Divieto di raduni di più di 4 persone

Una misura emblematica e coercitiva al tempo stesso, i raduni di più di 4 persone sono vietati a Malta per arginare la diffusione del Coronavirus. I raduni sono stati uno dei principali vettori di contagio dell’arcipelago maltese.

Chiusura di discoteche e bar

Decisione presa il 20 agosto 2020, i locali notturni e i bar sono ora chiusi a Malta. La decisione è stata parzialmente attuata e gli stabilimenti con servizi di ristorazione possono continuare a rimanere aperti. L’emblematico quartiere di Paceville, famoso per le sue numerose discoteche, è parzialmente chiuso.

I ristoranti sono chiusi fino all’11 aprile

I ristoranti e gli esercizi misti bar/ristorazione che operano a Malta chiuderanno fino all’11 aprile 2021 e potranno offrire solo cibo da asporto.

Misura della temperatura per i nuovi arrivati

Per prevenire la contaminazione dall’estero, i nuovi arrivati a Malta devono essere sottoposti a un controllo della temperatura effettuato dalle autorità sanitarie maltesi presso il terminal degli arrivi dell’aeroporto di Malta. Se la temperatura è superiore a 38°, i viaggiatori possono essere sottoposti a un test della saliva e/o a un test PCR sul posto, che può essere accompagnato da una quarantena.

Obblighi e restrizioni per i viaggiatori

Il governo maltese, dopo aver chiuso la maggior parte delle compagnie aeree che servono l’isola nei mesi da marzo a giugno (4 mesi), ha preso la decisione di riaprire l’aeroporto internazionale per rilanciare un’economia dipendente dal settore turistico. Tuttavia, per i viaggiatori che si recano nell’arcipelago si applicano diverse restrizioni e obblighi.

Restrizioni secondo il paese di origine del viaggiatore

In risposta alla pandemia globale del Coronavirus, Malta non permette a tutti i viaggiatori di entrare nel suo territorio. Le restrizioni si applicano a seconda del paese di origine del viaggiatore. I paesi sono classificati in tre elenchi (verde, arancione e rosso) e ogni viaggiatore deve seguire gli obblighi legati al colore dell’elenco allegato al proprio paese d’origine.

La lista dei paesi di ogni categoria viene regolarmente aggiornata in base all’evoluzione internazionale dell’epidemia di Coronavirus. L’elenco ufficiale è pubblicato sul sito web del Ministero della Salute di Malta.

Restrizioni COVID dei Paesi della Lista Verde

I viaggiatori che viaggiano a Malta da un paese della Lista Verde o del Corridoio di Sicurezza non hanno alcun obbligo speciale, ad eccezione dei due documenti dichiarativi. I viaggiatori non sono tenuti a presentare un test PCR negativo al COVID 19 all’arrivo a Malta. Come tutti i viaggiatori che arrivano all’aeroporto di Malta, saranno tenuti a presentare un test della temperatura corporea.

Lista dei paesi della Lista Verde
  • Australia
  • Cina
  • Danimarca
  • Finlandia
  • Islanda
  • Italia (Sicilia e Sardegna)
  • Nuova Zelanda
  • Norvegia
  • Portogallo (Madeira, Azzorre)
  • Ruanda
  • Corea del Sud
  • Spagna (Canarias)
  • Emirati Arabi Uniti

Restrizioni COVID per i paesi della Lista Arancione

I viaggiatori che si recano a Malta da un Paese della Lista Arancione devono essere in grado di presentare un test PCR negativo entro 72 ore dall’imbarco a Malta.

Lista dei paesi della lista arancione
  • Andorra
  • Austria
  • Belgio
  • Bulgaria
  • Canada
  • Croazia
  • Cipro
  • Repubblica Ceca
  • Estonia
  • Francia
  • Germania
  • Grecia
  • Ungheria
  • Indonesia
  • Irlanda
  • Italia (tutti gli aeroporti tranne Sicilia e Sardegna)
  • Giappone
  • Giordania
  • Lettonia
  • Libano
  • Liechtenstein
  • Lituania
  • Lussemburgo
  • Monaco
  • Marocco
  • Paesi Bassi
  • Polonia
  • Portogallo (tutti gli aeroporti tranne Madeira, Azzorre)
  • Romania
  • San Marino
  • Slovacchia
  • Slovenia
  • Spagna (tutti gli aeroporti tranne Canarias)
  • Svezia
  • Svizzera
  • Thailandia
  • Tunisia
  • Turchia
  • Uruguay
  • Città del Vaticano

Restrizioni COVID dei Paesi della Lista Rossa

Tutti i paesi che non sono sulla Lista Verde o Arancione sono considerati come appartenenti alla Lista Rossa. L’unica soluzione per i viaggiatori provenienti da questi paesi è quella di trascorrere una quindicina di giorni (14 giorni) in uno dei paesi inclusi nel corridoio di sicurezza. Si consiglia vivamente di fornire un test PCR negativo di meno 72 ore all’arrivo.

Dichiarazione del Coronavirus all’aeroporto di Malta

I viaggiatori che arrivano all’aeroporto internazionale di Malta devono essere in grado di fornire due documenti di dichiarazione. Questi documenti sono richiesti dal Ministero della Salute maltese per combattere la diffusione del coronavirus. Possono essere scaricati dal sito web dell’aeroporto nella sezione dei Declaration Forms.

Public Health Travel Declaration Form è una dichiarazione d’onore di presenza nel corridoio di sicurezza per i 14 giorni precedenti l’arrivo a Malta.

Passenger Locator Form è un modulo di localizzazione dei passeggeri per la salute pubblica. Il presente modulo, richiesto dalle autorità maltesi, deve essere compilato in modo completo e accurato. Le informazioni sono utilizzate per scopi di salute pubblica in caso di sospetto di una malattia trasmissibile, come il Coronavirus (COVID 19) a bordo di un aereo diretto a Malta.

Cosa fare in caso di sintomi del Coronavirus a Malta

Durante un soggiorno a Malta, è importante adottare i giusti riflessi in caso di sospetto di infezione da Coronavirus. I sintomi più comunemente osservati sono il disagio respiratorio, l’improvvisa comparsa di tosse, febbre, insolita mancanza di respiro o perdita del gusto (agueusia) o dell’odore (anosmia).

In caso di comparsa di uno di questi sintomi, si raccomanda di non visitare un medico a Malta, né uno degli ospedali dell’isola. Al fine di limitare il rischio di epidemie e di contaminazione incrociata di pazienti affetti da altre patologie, si raccomanda di non visitare il pronto soccorso dell’ospedale principale, l’Ospedale Mater Dei.

In caso di sintomi o di sospetto di un caso sospetto, il primo riflesso è quello di isolarsi e poi contattare il numero verde COVID-19 a Malta: +356 21 32 32 40 86.

Dove fare il test per COVID-19 a Malta?

Potete fare il test Covid-19 se pensate di essere stati esposti al virus. A Malta vi offrono di fare il test del Coronavirus gratuitamente. Per questo è necessario chiamare il 111 o il +356 21324086 se si dispone di un numero estero e prendere un appuntamento per uno dei 7 centri di analisi, uno a Pembroke, uno a Luqa, uno all’Ospedale Mater Dei (per gli operatori sanitari), uno a Qormi, uno a Burmarrad, Ospedale di Boffa e uno a Xewkija, Gozo.

È anche possibile presentare la domanda online per il test Covid-19 compilando un modulo. La helpline di Public Health ti richiamerà al numero di telefono che hai fornito e ti darà un appuntamento per il test del tampone.

Riceverete i risultati via e-mail, SMS entro 72 ore, se dopo 72 ore non avete ricevuto il risultato potete inviare una e-mail a covid19.results@gov.mt o chiamare il 111.

Nel caso abbiate bisogno di fare un test urgente del Coronavirus a Malta, potete recarvi in ospedali privati come il Saint James Hospital Malta o St. Thomas Hospital Malta. In questi ospedali potete fare il test rapido (test rapido COVID-19) che costa 35 euro e avrete il risultato in 30 minuti. Non è necessario fissare un appuntamento. Attenzione, fanno anche il test PCR SWAB che costa 140 euro e richiede più tempo, quindi non dimenticate di specificare quale test volete fare.

Evoluzione dell’epidemia di Coronavirus a Malta

Nuovi e attivi casi di coronavirus a Malta: 29 Marzo 2021
Nuovi e attivi casi di coronavirus a Malta: 28 Marzo 2021
Nuovi e attivi casi di coronavirus a Malta: 27 Marzo 2021
Nuovi e attivi casi di coronavirus a Malta: 26 Marzo 2021
Nuovi e attivi casi di coronavirus a Malta: 25 Marzo 2021
Nuovi e attivi casi di coronavirus a Malta: 24 Marzo 2021
Nuovi e attivi casi di coronavirus a Malta: 23 Marzo 2021
Nuovi e attivi casi di coronavirus a Malta: 22 Marzo 2021
Nuovi e attivi casi di coronavirus a Malta: 21 Marzo 2021
Nuovi e attivi casi di coronavirus a Malta: 20 Marzo 2021
Nuovi e attivi casi di coronavirus a Malta: 19 Marzo 2021
Nuovi e attivi casi di coronavirus a Malta: 18 Marzo 2021
Nuovi e attivi casi di coronavirus a Malta: 17 Marzo 2021
Nuovi e attivi casi di coronavirus a Malta: 16 Marzo 2021
Nuovi e attivi casi di coronavirus a Malta: 15 Marzo 2021

Domande frequenti su coronavirus a Malta (FAQ)

Quanti casi di Coronavirus sono attivi a Malta?

Attualmente, il Ministero della Salute di Malta segnala 829 casi attivi di infezione da Coronavirus (COVID 19). In assenza di un vaccino, l’attuale epidemia di coronavirus a Malta continua a diffondersi in tutto l’arcipelago.

Quanti casi di Coronavirus ci sono stati a Malta?

Il Ministero della Salute di Malta segnala, al 31 marzo 2021, 29 033 casi confermati di coronavirus nel Paese. 829 casi sono attualmente attivi. 27 805 casi sono ora considerati curati e 392 persone sono morte di Coronavirus a Malta.

È possibile viaggiare a Malta nonostante la situazione epidemiologica relativa al Coronavirus?

Le autorità maltesi hanno riaperto l’aeroporto internazionale di Malta il 1° luglio 2020. È quindi possibile viaggiare o trascorrere le vacanze a Malta, nonostante il Coronavirus. Tuttavia, i viaggiatori provenienti da tutto il mondo non sono ammessi. Si prega di consultare gli elenchi (verde, arancione, rosso) dei paesi di origine autorizzati.

Posso ottenere un test per il coronavirus a Malta?

Se volete sapere se siete infetti potete fare il test per il virus Covid-19. Ce ne sono due tipi, uno che costa 140 euro – PCR e il test rapido di 35 euro e dura 30 minuti. Non è necessario prendere un appuntamento e non c’è bisogno di un’assicurazione sanitaria per fare il test. Il test viene effettuato negli ospedali privati Saint James Hospital Malta o St. Ci sono anche 7 centri di test dove è possibile effettuare il test con tampone nasale COVID-19 gratuitamente. Tuttavia, in questi centri è necessario fissare un appuntamento chiamando il 111 o il +356 21324086 se si dispone di un numero estero.